Lavoro: CGIL, Ilva e Thyssen fatti gravi e inaccettabili

Giovedì 28 Febbraio 2013 02:00 Ufficio Protocollo
Stampa

In merito alla morte e al ferimento di due operai all'Ilva di Taranto nelle scorse ore e alla sentenza di Torino relativa al processo Thyssen Krupp, la Confederazione afferma: "sono fatti sintomatici della situazione di profondo disagio in cui versano i lavoratori ed il lavoro nel nostro Paese. E' sempre più necessario impegnarsi e impegnare tutte le rappresentanze del lavoro per fermare la strage quotidiana di lavoratrici e lavoratori

“Due fatti, gravissimi e inaccettabili, che sono sintomatici della situazione di profondo disagio in cui versano i lavoratori ed il lavoro nel nostro Paese”. E' quanto afferma in una nota la CGIL in merito alla morte di un altro operaio all'Ilva di Taranto, e il ferimento grave di un altro, e alla sentenza di Torino relativa al processo Thyssen Krupp.

La CGIL esprime quindi “vicinanza alla famiglia della vittima dell'operaio dell'Ilva, a quelle degli operai della Thyssen e alle loro associazioni che hanno espresso oggi in modo deciso la loro indignazione”. Infine, conclude la CGIL, “diventa ogni giorno più importante, anche alla luce dei dati di ieri, impegnarsi e impegnare tutte le rappresentanze del lavoro per fermare la strage quotidiana di lavoratrici e lavoratori che perdono la vita nei luoghi di lavoro”.